ARTURO CORRADINI

Biografia

Autodidatta
Risiede a Piateda, Sondrio 
Una vita lavorativa spesa nel campo della perforazione per la ricerca di idrocarburi e con un sogno nel cassetto: quello della scultura. Poi, come spesso accade, questo cassetto viene aperto solo al momento della pensione, quando il tempo libero ti dà finalmente la possibilità di poterti esprimere. Così Arturo passa questa volta, ad una ricerca che più appaga lo spirito. Quella di un volto di un noto personaggio: un politico, un artista, un papà…

Oppure la forma di un cavallo, un leone o quant’altro possa celarsi dentro un pezzo di legno. Una figura ad un soggetto che attende di essere estrapolato da abili mani, le sue. Attestano questo parecchi riconoscimenti: Ambrogino d’argento nel 2008; attestano d’onore e merito alla prima mostra d’arte a Villa Scheibler nel 2014; premio nazionale Bruno De Vita a Roma. ha partecipato a diverse mostre collettive e private a Piateda, Chiesa Val Malenco, Chiuro, Dongo, ben 5 edizioni di Scarpatetti Arte a Sondrio, a Palazzo Foppoli a Tirano, a Villa Carlotta a Menaggio ed anche in Val d’Aosta.